le 03022015 C3

Ciao a tutti

Spycables: Rivelazioni sulle azioni oltraggiose del MI6, CIA e Mossad

Pubblicato da wikistrike.com il 27 febbraio 2015, 9:48

Categorie: International #Politique

Dal lunedì, Al Jazeera e The Guardian ha pubblicato documenti che sarebbe venuto dall’agenzia di intelligence sudafricana, in cui sono dettagliate le azioni di diversi servizi segreti come il Mossad, MI6 e la CIA.

Sono all’alba di uno scandalo di grande portata sul fondo dello spionaggio, ancor più clamoroso di quelli di Wikileaks, dopo le rivelazioni di Al-Jazeera battezzammo « Spycables »? Anche se è troppo presto per giudicare il loro impatto geopolitico, contenuto di documenti, pubblicati dal lunedì dal canale notizie del Qatar e il quotidiano britannico The Guardian, tuttavia dimostra di essere estremamente sensibili sulle azioni dei servizi segreti britannici, israeliani e americani opache.

Questi documenti classificati come « segreto della difesa » sarebbe venuto da SSA, informazioni agenzia Sud Africa e contengono appunti e conversazioni dettagliate che quest’ultimo è stato in grado di mantenere tra il 2006 e il 2014, con i suoi omologhi dal Mossad, MI6 e la CIA.

L’autenticità di queste informazioni e soprattutto l’origine di tutte le fughe sono ancora un mistero, ma il caso comincia a fare rumore forte in Sudafrica, dove il governo ha deciso di aprire un’indagine . Concentrarsi sulle principali rivelazioni.

I collegamenti tra il Sudafrica e l’Iran

Tra la moltitudine di argomenti di cui da documenti divulgati, i rapporti Iran-Sud Africa occupano un posto di scelta. Apprendiamo che gli iraniani avrebbe cercato di avvicinarsi al governo sudafricano, al fine di eludere le sanzioni e l’embargo inflitte loro dalle potenze occidentali. ‘Cavi-spie’ sostengono che i funzionari iraniani hanno incontrato Thabo Mbeki (Presidente della Repubblica del Sud Africa dal 1999 al 2008) in due occasioni nel 2005, per ottenere aiuto per il loro programma nucleare. Come riferito News24 africano colleghi, i documenti sono così si riferisce a un incontro tra Thabo Mbeki e una delegazione iraniana, guidati da un certo « Signor Rowhani » (che potrebbe essere l’attuale Presidente iraniano Hassan Rohani), durante il quale l’Iran ha chiesto supporto tecnologico e logistico ai suoi interlocutori.

Altre note rivelano anche come MI6 britannico e altri servizi di intelligence, comprese quelle degli americani, hanno esercitato pressioni sul Sud Africa per impedire la vendita in Iran di attrezzature per la produzione di missili balistici con testata nucleare. Negli Stati Uniti secondo come riferito anche costretto Sudafrica per spiare le attività iraniane osservate nel suo territorio. Rifiutando di prendere in considerazione l’Iran come una minaccia, i servizi segreti sudafricani sarebbe hanno obbedito, copre di redigere una lista dettagliata dei molti , tra cui l’importazione del commercio del tappeto persiano – utilizzato da cittadini iraniani, identificati come agenti di intelligenza.

Quando la CIA ha cercato di contattare Hamas

Un’altra rivelazione e non ultimo, questa sorprendente manovra della CIA, che avrebbe cercato nell’estate 2012 per tornare in contatto con Hamas, classificati nella lista delle organizzazioni terroristiche negli Stati Uniti dal 1997. Per contattare il « movimento di resistenza islamico » palestinese, che controlla la striscia di Gaza, la CIA avrebbe cercato l’aiuto del Sud Africa. Un agente della Central Intelligence Agency avrebbe incontrato un ufficiale dell’intelligence sudafricana per le intenzioni degli Stati Uniti, vale a dire di dialogare con Hamas o reclutare agenti nell’enclave di Gaza. La scelta di un intermediario sudafricano è tutt’altro che innocua quando si conoscono i legami mantenuti per il paese e le organizzazioni palestinesi, Hamas e Fatah, dalla fine dell’apartheid.

I due ufficiali avrebbe incontrato a Gerusalemme est, « al centro di violenti scontri tra le forze di Hamas e Israele ». Secondo una nota datata 29 giugno e inviato a Pretoria, l’agente della CIA era pronto a tutto per adattarsi all’interno di Hamas e volevo se possibile aiuto da SSA. La spia sudafricana ha anche affermato che se avventura SSA riuscì a stabilire questo collegamento, potrebbe trarre beneficio.

Ha chiesto queste manovre dal guardiano, un portavoce della CIA semplicemente dichiarato che l’agenzia supportato  » «  » sforzo dal governo statunitense per la lotta contro il terrorismo internazionale, attraverso la raccolta, analisi e diffusione delle informazioni » . E la persona interessata ad per aggiungere che queste attività sono state effettuate « in conformità con la costituzione ». Infine, ancora sul tema tra Stati Uniti e palestinesi, una nota di novembre 2012 imparato noi che il Presidente degli Stati Uniti Barack Obama aveva « minacciato » Mahmoud Abbas per telefono (senza tuttavia chiarita la natura delle minacce), mentre l’autorità palestinese stava per ottenere lo status di osservatore presso le Nazioni Unite.

Netanyahu disconosciuto dal Mossad nel 2012 sul nucleare iraniano

Ricordi, la scena ha contrassegnato il pubblico dell’Assemblea generale delle Nazioni Unite. 27 settembre 2012, Benjamin Netanyahu ha dichiarato, lo schema a sostenere (nella foto sotto), che l’Iran stava per sviluppare armi atomiche. « Primo ministro israeliano aveva così assicurato che dall’estate 2013, »al più tardi », Teheran avrebbe bisogno che da » pochi mesi o addirittura poche settimane « prima » rilancio ‘ sufficiente arricchito uranio per fabbricare armi nucleari « . Mentre disegno una simbolica « linea rossa » del disegno di una bomba, che rappresentano le varie fasi relative allo sviluppo del programma nucleare iraniano, Benjamin Netanyahu aveva giustificato il suo intervento sulla base dei dati dell’Agenzia internazionale per l’energia atomica (AIEA). Tuttavia, secondo le rivelazioni di Al-Jazeera e il guardiano, queste dichiarazioni sono state lontano dalla realtà, il primo ministro, avendo anche contraddetto in materia dai propri servizi segreti.

Meno di un mese dopo questo intervento alle Nazioni Unite, il Mossad avrebbe hanno infatti concluso in una relazione, ricevuto dai servizi segreti sudafricani il 22 ottobre 2012, che gli iraniani hanno fatto « attività non necessarie » per produrre una tale bomba e che quindi il paese è apparso « di non essere pronto per l’arricchimento dell’uranio a un livello sufficiente ». Uno spettacolo di dissenso per il meno sorprendente che tradisce, secondo i nostri colleghi del guardiano, il « gap » esistente tra ‘la retorica dei politici israeliani’ e le informazioni disponibili per i servizi di intelligence del paese. La pubblicazione della relazione segreta è che più coinvolto in un contesto riscaldato contrassegnato dalla visita negli Stati Uniti, il 3 marzo prossimo, Benjamin Netanyahu che deve consegnare un discorso, per lo più centrato sull’Iran, davanti al Congresso degli Stati Uniti. Si dice, tra le mura della casa bianca che questa visita sarebbe poco gusto per Barack Obama .

Sotto tutte queste rivelazioni che chiamano gli altri, è ovvio che le informazioni divulgate rischiano di minare ulteriormente il prisma delle relazioni internazionali e perché non in futuro ridistribuire le carte della geopolitica.

Palestina condannato 218 milioni di dollari per gli attacchi in Israele

Il macellaio a GAZA, ha la faccia tosta di chiedere di $ 218 milioni per gli attacchi in Israele intorno al 2001 e 2004, o quale istituzione, che risale appunto, Palestina può dirgli esattamente, o quando ha usato bombe un fosfati, riconosce di aver usato durante il conflitto, quando hanno bombardato il vivaio della scuola il primo, contro l’accordo delle Nazioni Unite,

E, osare, ah, il pellet a 218 milioni di dollari, ma nel caso, per il 2000 morti a GAZA, ma non è $ 218 milioni, è l’intera fortuna del Rothschild e rockellers, zuickerberg insieme, no, questo ragazzo, che dovrebbe essere a LAHAIE, ha la faccia tosta di chiedere loro di prosperità, sono ancora più sorpreso che è segreto sevice , desavou, uno, con il conflitto di GAZA, divenne buddies, cose lì, che anche con i suoi soldi, aipac, non è possibile riparare, soprattutto, quando determinati link pesa diversi miliardi di dollari e, inoltre, è vero, che il feuges ha avuto una buona reputazione, ma esso si è rafforzato.

Mark Rochon, una giuria di New York ha ordinato lunedì, l’autorità palestinese e l’organizzazione per la liberazione della Palestina a versare la somma di 218 milioni di dollari di danni e interessi per attentati commessi in Israele verso il 2001 e il 2004, ci insegna il sito per 20 minuti.

« Questo è non è una buona cosa per tenere il governo responsabile, quando alcune persone fare cose folli e terribile », ha detto Rochon all’udienza.

L’autorità palestinese ha già annunciato la sua intenzione di appello. ‘ Le accuse contro di noi non hanno alcuna base. Inoltre, il Tribunale di New York ignora le precedenti sentenze di altri tribunali americani (…) « Ci si rivolge e sappiamo che vinceremo « , l’autorità ha detto in una dichiarazione presso la sua sede a Ramallah in Cisgiordania occupata.

Gli aggressori uccise  » per le proprie ragioni « , secondo Mark Rochon, deplorando  » esagerata evidenza » dei denuncianti, realizzati » a spese dell’autorità palestinese « sulla base di prove raccolte dalle agenzie di intelligence israeliana.

« Questa decisione è soprattutto una vittoria morale per lo stato di Israele e alle vittime del terrorismo », ha detto il ministro israeliano degli affari esteri, Avigdor Lieberman, che sicuramente ha omesso di menzionare 2000 vittime palestinesi uccisi nell’operazione di pulizia etnica di questa estate a Gaza.

sono stati sono uno

Publicités

Laisser un commentaire

Entrez vos coordonnées ci-dessous ou cliquez sur une icône pour vous connecter:

Logo WordPress.com

Vous commentez à l'aide de votre compte WordPress.com. Déconnexion / Changer )

Image Twitter

Vous commentez à l'aide de votre compte Twitter. Déconnexion / Changer )

Photo Facebook

Vous commentez à l'aide de votre compte Facebook. Déconnexion / Changer )

Photo Google+

Vous commentez à l'aide de votre compte Google+. Déconnexion / Changer )

Connexion à %s