le 24022015 IT7

È possibile rifiutare il debito illegittimo! Esempi recenti di l’Argentina, l’Ecuador e l’Islanda

Chiara Filoni

Ricerca globale, 1° settembre 2014

URL dell’articolo:
http://www.mondialisation.ca/Refuser-la-dette-illegitime-est-possible-Les-exemples-Recents-de-largentine-de-lequateur-et-de-lislande/5398782

Deuda

Articolo pubblicato in un numero speciale sul debito di Bruxelles Laïque

Il debito è aumentato acutamente in Europa dal 2007-2008, è un dato di fatto. I governi europei non sono riusciti a gestire questa crisi causata dal comportamento delle banche, hanno persino peggio è un altro fatto.

Questo non è il primo e gran lunga, che loro Stati e popoli affrontano una crisi del debito. Tuttavia, sono state trovate soluzioni che non messo in pericolo i diritti fondamentali dei popoli e in molti casi. Senza tornare al tempo dei re e lo zar (che sono stati molti a cancellare i loro debiti ai loro creditori quando necessario).1|, guardare la storia recente: tra il 1946 ed oggi esso y aveva 169 casi di sospensione del pagamento per periodi che hanno variato da 3 a 5 anni. |2|

Esempi di l’Argentina, l’Ecuador e Islanda qui proposte rappresentano solo le ultime esperienze di cancellazione dei debiti nella storia, ognuno con i propri interessi e dei suoi limiti.

Argentina

È la più grande sospensione del pagamento nella storia. Fine del 2001, l’Argentina ha sospeso il pagamento del suo debito per un importo di $ 90 miliardi. Banche nordamericane, italiano e tedesco ha tenuto la maggior parte di questo titoli di debito venduti sulla mercato finanziario.

Dopo decenni di politiche neoliberiste e piani di aggiustamento strutturale imposti dal FMI e tre anni di dura recessione economica, il popolo argentino ha deciso di ribellarsi contro i dettami delle istituzioni finanziarie internazionali e a scendere in piazza. È la crisi politica. Cinque Presidente un altro successo in poche settimane e il quinto, sotto pressione dalla strada, ha dichiarato la sospensione del pagamento, nonostante le pressioni esterne.

Anno 2002 noto di grande fermento, con tra gli altri una certa chiusura delle opportunità all’estero. Ma l’Argentina è riuscito a salvare con i soldi che si libera dalla sospensione del pagamento del debito pubblico. Dal 2003 al 2009, l’Argentina ha registrato un tasso di crescita del 7-9%. Ma altri circoli virtuosi e politiche anche andarono sulla strada, primo recupero di alcune aziende (anche di grandi dimensioni) di lavoratori, in seguito all’abbandono da parte dei proprietari.

Purtroppo, ciò che l’Argentina ha fatto davvero è la negoziazione con i creditori internazionali più che il suo debito. Il paese aveva proposto uno sconto (esenzione) di $ 65 su ogni titolo del suo debito pubblico pagando 35 dollari invece di $ 100, sconto che è stato accettato dalla maggior parte dei banchieri del tempo che più non potrebbero vendere questi titoli per un buon prezzo sul mercato secondario. |3. 76% dei titoli sono stati poi cambiati in questi termini, consentendo una riduzione di 2/3 del debito.

Dovrebbe essere notato che si è verificato una vero e proprio unilaterale sospensione allo stesso tempo: dalla fine del 2001 l’Argentina più ha pagato il debito per il Club di Parigi (cartello di industrializzati creditori). Non parla poco, o, ma è un’autentica unilaterale decisione sovrana iniettore i diritti sociali ed economici dell’argentino popolo sui diritti dei creditori.

Ecuador

Un altro caso, in qualche modo più interessante, è quella di l’Ecuador. Rafael Correa è stato eletto Presidente della fine Repubblica ecuadoriana del 2006 con un programma di base, tra l’altro, la disobbedienza alle istituzioni finanziarie internazionali e una soluzione per il debito accumulato durante il regime dittatoriale e il suo aumento senza fine immediatamente sua amministrazione infatti ha avviato un audit del debito pubblico del paese nel periodo dal 1976 al 2006. Questa revisione è stato condotto da un gruppo di 18 esperti compreso il CADTM e altre organizzazioni della società civile locale e straniera. Dopo 14 mesi di lavoro, dopo aver sfogliato decine di migliaia di record e centinaia di contratti, la Commissione di controllo ha espresso il proprio parere e l’85% del debito interno ed esterno come illegittimo, ha detto. Era da titoli di debito pubblico, arrivando a scadenza tra il 2012 e il 2030, per un totale di 3,23 milioni.

Questo sovrano atto unilaterale ha causato reazioni su parte dei creditori, per le banche più nordamericani. Dopo aver minacciato il paese (come nel caso dell’Argentina) con tutti i mezzi a loro disposizioni, tra cui media, hanno cominciato a vendere i loro mercati mobiliari al 20% del loro valore. Infine, il governo dell’Ecuador è venuto acquistare discretamente il 91% dei titoli per un totale di $ 900 milioni. Facendo, tenendo conto che il capitale azionario acquistato a prezzi bassi, ma anche gli interessi che sarebbero pagati fino al 2030, un risparmio di quasi $ 7 miliardi. Questo ha permesso di passare il debito del 32% al 15% del bilancio e della spesa sociale dal 12% al 25%… e così significativamente migliorare le condizioni di vita della popolazione. |4|

Islanda

Attraverso l’Europa, il caso di l’Islanda ha fatto un sacco di rumore e per la causa. Il paese ha visto crollare le sue rive nel 2008 (allo stesso tempo come il crollo di Lehman Brothers negli Stati Uniti o banche belghe o irlandese). Loro debito accumulato erano 10 volte il PIL del paese. Lo stato non aveva i mezzi di salvataggio li, il FMI è intervenuto nell’assegnare un prestito di $ 2,1 miliardi in Islanda in cambio – per cambiamento – una cura di austerità.

Nel frattempo, il governo ha bloccato la circolazione dei capitali nel paese, e il Regno Unito e Paesi Bassi hanno richiesto per l’Islanda ha rimborsa i 3,9 miliardi di euro che essi stessi avevano raggiunto per garantire i depositi dei loro clienti cittadini della banca Icesave.
La popolazione islandese, imparando i negoziati in corso tra il loro paese e il Regno Unito e Paesi Bassi, è sceso in strada per dire no alla socializzazione del debito privato delle banche. Ci sono voluti due referendum per respingere questa politica, ma il popolo vinto. Su questo punto, in ogni caso.

Conclusione

Questi tre esempi non dovrebbero essere considerati come modelli, ma come tracce che molti paesi potrebbero utilizzare piuttosto che seguire ciecamente la politica austeritaire…
I tre paesi continuano a perseguire le politiche neoliberali, più o meno il caso potrebbe essere. Le economie di l’Ecuador e l’Argentina rimangano basate su una natura capitalistica del modello extractiviste-esportatore, che sta rovinando il circolo virtuoso ha cominciato non rifiuto di pagamento dei loro debiti. Nel caso l’Islanda, anche se è stato negato questo debito impagabile, il paese ha ancora applicato le misure promosse dal FMI.

Nonostante tutte queste limitazioni, questi esempi mostrano che è possibile rifiutare di pagare il debito e non è il caos che ne seguì, anche se al contrario. Con, nel caso di l’Ecuador la decisione di iniziare un processo di audit per identificare la parte illegittima del debito che potrebbe essere ripetuto in molti paesi, tra cui la Grecia. Per il CADTM, un debito illegittimo o odioso, o qualsiasi altri titoli di debito che impedisce lo stato per soddisfare gli obblighi verso la sua popolazione, dovrebbe in nessun caso, perché essere pagato secondo gli stessi principi di diritto internazionale, perché essa non beneficia degli interessi del popolo ma agli interessi di una minoranza molto piccola dei detentori di capitali.

Infine, la cancellazione del debito pubblico è una misura che deve essere accompagnata da altre complementari e tutte le misure anche radicale (ad esempio la socializzazione del settore bancario, una rivoluzione fiscale, ecc.).

Molte iniziative di audit cittadino del debito ha cominciato ad essere nato in Europa (con la rete ICAN: « debito internazionale cittadino Audit Network). In Belgio, una piattaforma di controllo ‘Acida’ è stata creata un po ‘ più di un anno fa e ora ha una dozzina di gruppi locali, così come alcuni membri di 30 organizzazioni. Sentitevi liberi di aderire e per parlare del debito intorno a te! Solo una mobilitazione sufficiente da parte della popolazione è destinata a cambiare il rapporto di forza attuale tra banche e popolazioni.

Chiara Filoni

Note

|1. Eric Toussaint, « serie: la cancellazione del debito nella storia », http://cadtm.org/La-longue-tradition-des

|2. Eric Toussaint, « Argentina, Ecuador e Islanda: soluzioni alla crisi del debito per l’Unione europea? », Video: http://w41k.com/80011

|3. Gli altri hanno formato in « Avvoltoi di fondo » in giro l’Argentina in tutti i tribunali e con tutti i possibili metodi per fargli pagare il suo debito al valore nominale (o anche con interessi moratori).

|4. Eric Toussaint, « tre esempi di sospensione e revisione ».
http://Cadtm.org/IMG/pdf/3_exemples…

Copyright © 2015 ricerca globale
Langue source

Les exemples récents de l’Argentine, de l’Équateur et de l’Islande

Publicités

Laisser un commentaire

Entrez vos coordonnées ci-dessous ou cliquez sur une icône pour vous connecter:

Logo WordPress.com

Vous commentez à l'aide de votre compte WordPress.com. Déconnexion / Changer )

Image Twitter

Vous commentez à l'aide de votre compte Twitter. Déconnexion / Changer )

Photo Facebook

Vous commentez à l'aide de votre compte Facebook. Déconnexion / Changer )

Photo Google+

Vous commentez à l'aide de votre compte Google+. Déconnexion / Changer )

Connexion à %s