le 19012015 IT

Ciao a tutti,

Benvenuti in tutto il mondo, è più particolare (UMPistes, per la PSistes) neologismo obligé (ou la création de nouveaux mots, comme les 2 précédents), breve, che è piantato con porte, succede di tutto il mondo, a me come è successo a me, in particolare, sono stati lasciati per 30 anni e hanno portato lo champagne, il 9 maggio 1981 , sugli champs Elysée, è credere, sì! come contro sono!, verso la porta sbagliata, ingannato la porta e sono stanca di farmi avere dalle menzogne di franco massonica, (pleonasmo), da persone che sostengono la cosiddetta pace, ma che sono dietro le forze del fondamentalismo religioso, supportato anche da il Qatar come al-Qaeda (come prima il famoso bin LADEN e altre sovranità, presumo,

Questa parte del loro arsenale machiavellico, alcuni potrebbero dire, Oh, adesso, è la pubblicità per Navy LEPEN primo Navy LEPEN non realmente ha bisogno di pubblicità, perché i francesi ora sapere, o sono il loro interesse e o è la libertà e il pub, è lei, che ha fatto, quindi, il pub, sinceramente, è lontano in secondo luogo , non sono pubblicità e j non ha bisogno né di altri più qualificati di me, molto bene

Ho pensato che un trucco, questo è più di un mese, ha richiesto un intervento su DAECH (EI) invece, ci sono stati errori lanci! e presumibilmente, USA in altre forze (NATO) combatte DAECH, è da chiedersi, se DAECH è un nemico!

Naturalmente, non avendo alcuna prova, non posso, che il dubbio e di avere la mia idea.E, ha chiesto, se non aveva la consegna di armi e anche BOKO HARAM (200 ragazze, questo, hai detto qualcosa di certamente , vuoi come normalmente, è un video su youtube Kemi Seba: « Il volto nascosto del caso Boko Haram (Africom Brezynski, Yinon Plan) »,qui, è divertente, è stato rimosso, AH, ma, mi piacerebbe sapere, perché?Oh, la, la, la!EH!Jamie è perché questo video è stato rimosso, AH, il sapere, il non so cosa rispondervi. Fatta la pace, ma non, gag, uguaglianza di guerra (vai, possiamo farli, un p ‘ tit regali per feuges è uguale per gli ebrei per la kippah Valls – Sì per la KIPPAH, windsurf non – Parigi 2012, P-T-N, uguaglianza, Gee, è impressionante, la cosa che più sfortunato è che il popolo ebraico è per niente, ne consegue, egli segue C-s)Ignorant, se sono ben ricordare, questo video, ha parlato di un comando militare US (AFRICOM) dedicato all’Africa, che si svolge in luoghi, come se per caso in luoghi, o ci sarebbero alcune risorse naturali, minerario, o; ci sarebbe olio, (le pétrole dele de gaz de schiste, ne suffit pas?) È una coincidenza!Mmouais Hhhh!AFRICOM group, fu fondato da io ‘ SSPA l’acronimo di Institute for Advanced Strategic e studi politici)

IASPS – Istituto di studi strategici e politici

Come detto in precedenza, è un’organizzazione di israelo – americanaè pazzesco ca!, lei per la politica reale distribuzione del continente AFIRCAIN, in tutte le aree, o le risorse naturali, (NIGERIA, attualmente,), sono presenti, dico ‘sono’, perché presumo che lei non è sola in tal modo, essi sono in una logica di aggravare le tensioni, tra gruppi etnici diversi o, tra i vari capi delle guerre (genere,: ceux, prennent deles de gosses pour en faire deles de enfants soldats) Presumo.E, ci abbiamo file di 20 dollari, per un ragazzo, così gridò ALLAH OUAHKBAR con suo kalach, l’immagine. Poi dopo, chiediamo, perché il gruppo BOKO HARAM al rapito 200 ragazze intorno, e purtroppo, giochiamo con l’ingenuità di alcuni.

Boko Haram: « ho rimosso le ragazze e io li vendono »

Dopo aver rivendicato il rapimento dei 200 studentesse in Nigeria il 14 aprile, il gruppo islamista Boko Haram ha detto Lunedi che intende trattare le ragazze in ‘schiavi’ e ‘vendere’ per pochi dollari.

Ora è ufficiale. Il gruppo armato islamista Boko Haram ha affermato in un messaggio video lunedì 5 maggio, rapito in oltre 276 studentesse il 14 aprile, nella loro scuola Chibok (nordest), nello stato di Borno in Nigeria. 223 sono ancora in cattività, 53, che è riuscito a fuggire, secondo la polizia.

Rimosso le vostre figlie, ha detto il capo degli insorti radicali, Abubakar Shekau, in un messaggio di 57 minuti. Io li vendono sul mercato, il nome di Allah », ha detto mentre informazioni circolanti sul possibile trasferimento di ragazze adolescenti in Ciad e Camerun confinanti, dove avrebbe venduto per $ 12.

« Ho intenzione di sposare un sposare una ragazza di 12 anni »

« Ho detto che l’educazione occidentale doveva cessare. « ‘ Ragazze, dovete lasciare (la scuola) e sposarti » aggiunto Shekau, che ha detto di tenere « persone come schiavi ». « Sto per sposare una ragazza di 12 anni, ho intenzione di sposare una ragazza di nove anni, « ha detto poi.

In questo nuovo video, Shekau è vestito in esercito fatiche e levato in piedi in piedi davanti a un veicolo blindato trasporto e due mitragliatrici pickup installati. Sei uomini armati stanno al suo fianco, il volto nascosto.

Qualcuno che è preoccupato per le studentesse rapite da Boko Haram dovrebbe seguire @BringGirlsBack e RT li.Per favore. Pressione necessaria!

-Bao Bao (@fiatpanda) 5 maggio 2014

Nonostante un po ‘ sfocata immagine può essere visto chiaramente il volto del leader islamista, che parla islandese, arabo e inglese, quando la telecamera zooma sul suo viso. Durante i 14 minuti, Shekau democrazia critica, formazione occidentale e quelli che non credono nell’islam.

Un gruppo chiamato « riportare le nostre ragazze » [portare le nostre figlie] ha tenuto una serie di eventi in tutto il paese per chiedere al governo nigeriano e l’esercito per fare più sforzi per liberare le ragazze adolescenti. Naomi Mutah, una delle cheerleaders di questo gruppo, è stato arrestato nella notte di domenica a lunedì, dopo un colloquio con la first lady nigeriano, Jonathan pazienza, per aver falsamente affermato di essere la madre di una delle vittime. E ‘ stata rilasciata lunedì sera.

Fare tutto ‘ gratuita

Il dipartimento di stato nigeriano ha detto lunedì, alta scuola che le ragazze erano « probabilmente fuori del paese ». Da parte sua, presidente Goodluck Jonathan, che ha commentato questo attacco per la prima volta domenica, diede l’ordine di « fare tutto » per garantire il rilascio delle studentesse e sperato l’assistenza degli Stati Uniti per risolvere i gravi problemi di sicurezza di fronte al paese di. Il Segretario di stato degli Stati Uniti John Kerry ha promesso sabato che gli Stati Uniti farebbe « tutto il possibile » per aiutare la Nigeria in questa materia.

La Francia sotto l’occupazione sionista! Davvero! Passato il fos in

Mi ricordo quando siamo andati, alla chiesa domenica mattina presso il Sacro cuore, con mia madre, quando ero Mino, ho vissuto, rue victor massa 75009 PARIS, quindi essere indossato le mutandine di fondi questo quartiere, lo conosco poco, come PANAME, altrove., così, quando ero Dio

E vanno a messa, quando sono andato lì ancora fino a 14 piges, mia madre è andato, non un velo, ma un foulard nei capelli, capelli, di correzione e di decenza, tuttavia, ella non era vestita in nessuno, posso capire il fatto, di rispettare la religione, qualsiasi delle altrove, ma il rispetto e la libertà di uno fermate, o l’altro inizia , in molte religione per una donna, per coprire i capelli, è un segno di rispetto, ma la religione cattolica, (vorrei ricordare, che lei è a casa, non richiede nessuna donna)

Così, mia madre e gli altri, che sono ebrei, musulmani o cattolici.Lefaits indossare un’alba o un altro regno e simili vestiti e nasconde un volto e lontano ‘ essendo un obbligo

Analogamente, i vostri cari (vicino al potere), blocco perché troppi « si dice », dhistoires, di bugie, sei cattivo nessunalettera di dimissioni di MICHÈLE ALLIOT – MARIE

http://www.commentfaiton.com/ spina/Vedi/4206

un ragazzo che ha mi ha stupito, a seguire

Come il profeta ha risposto i suoi nemici? -Hassan Iquioussen

Come diavolo intrappolarci? -Hassan Iquioussen

di Hassan Iquioussen

Daesh: cosa gioca la Francia nella regione?

Pubblicato il 2 ottobre 2014 Parole chiavi nel vicino e Medio Oriente : Daesh, jihadisti, Stato islamico, curdo, Iraq, petrolio, Siria

Mentre le truppe di Daesh si avvicina inesorabilmente la città siriana Kobane curdo al confine con la Turchia, la situazione è critica ed EELV medita la strategia francese.

Ci sono già centinaia di migliaia di sfollati e Kobane caduta sarebbe una grande sconfitta simbolica nel tentativo di circoscrivere l’avanzata di questi gruppi alle pratiche barbariche. EELV si preoccupa per la sorte dei curdi siriani più di 1,5 milioni che vivono nella regione e che potrebbe sostenere la minaccia jihadista.

Il Presidente della Repubblica ha deciso – senza discussione in Parlamento – conducono la coalizione contro Daesh Francia. Ma gli scioperi sono segnalati come non utilizzato praticamente per niente e non sembra frenare Daesh nella sua avanzata.

EELV chiama il Presidente e il Ministero degli affari esteri per ricevere infine le organizzazioni curde della Francia per discutere con loro il modo migliore per sostenere i curdi, il principale baluardo contro l’avanzata del Daesh in Iraq e Siria.

All’interno della coalizione, la Francia deve fare sentire che adottare sanzioni contro Stati Daesh sostenitori che acquista il suo olio o finanziamento e armare esso direttamente la sua voce.

Nell’immediato futuro, mentre la Turchia decide la sua partecipazione nella coalizione, la Francia e l’Unione europea deve adottare misure d’emergenza umanitarie per proteggere la popolazione di Kobane e aiutare la Turchia ad accogliere centinaia di migliaia di profughi.

Julien Bayou e Sandrine Rousseau, portavoce nazionale

Parole chiavi

Algeria Ali Bongo Association France Palestine solidarietà Bashar Al-Assad Benjamin Netanyahu bombardamento Cisgiordania Dakar sviluppo Ecuador Stato palestinese Françafrique Gabon Gaza Global Greens genocidio India Israele Jerusalem Mali eventi Maidan osservazione elettorale internazionale Delle Nazioni Unite NATO Palestina Parlamento europeo Pascal Canfin Petro Poroshenko Pianeta verde olio Russia Ruanda Salah Hamouri Siria Senato Senegal Ciad Tunisia Turchia Ucraina Dell’Unione europea Vladimir Putin elezioni elezioni legislative

COME la FED e la BCE sono in fallimento, di Pierre Sarton du Jonchay

La moneta unica europea è destinata a condividere lo stesso disegno della misura, lo scambio e l’anticipazione del valore economico ai suoi membri. Questa comunità multinazionale di valore è infatti credibile dalla sua dimensione e la sua salute rispetto ai suoi principali concorrenti nel resto del mondo. Tuttavia, come ha ricordato recentemente «Iniziativa du Palais Royal», la disfunzione di tutto il mondo finanziario. La forza relativa dell’euro presuppone non la coerenza del sistema attuale delle valute. Purtroppo, il futuro è pieno di gravi incertezze. Il primo è che i ‘mercati internazionali’ non sono convinti della sostenibilità dell’euro e prendono liberamente speculativi posizioni che forza la sfida e distruggere la crescita.

Infatti, tutte le autorità monetarie delle principali valute sono attaccate da operatori finanziari off-shore. Il bancario ombra permette di gioco illimitato zonale regolamenti e ordinamenti giuridici contro l’altro. La volatilità dei cambi, dei prezzi e credito con conseguente rischio di rilanci a discrezione dei premi posizioni speculative; auto-realisatrices posizioni grazie all’opacità della libera circolazione dei capitali internazionale. Speculazione offshore esente da qualsiasi obbligo di trasparenza e verificabile realtà teatrali vincitore con certezza notando l’impossibilità in cui si trova le banche centrali per valutare la realtà economica. Le banche centrali sono confinate nella loro area legale e dipendono dal sistema bancario che regolano per misurare realtà economiche all’interno del loro ambito di competenza.

L’asimmetria di potere tra attori globalizzati, versatili e nascosti nei paradisi fiscali è radicale rispetto alle banche centrali. In assenza di un confronto trasparente di un’offerta e una domanda globale su materie prime, credito internazionale e premi di rischio, i giocatori multinazionali sempre sapere di più e più velocemente di banche centrali. Pure, dovrebbe garantire la liquidità delle valute di riserva ed evitare trombosi monetaria nell’economia reale, i banchieri centrali sono inondati con asset sopravvalutati in cambio del loro allocazioni di liquidità.

Tutti possono osservare l’esplosione dell’offerta di moneta nominale. Ma il bancario ombra può dirigere la misura del rischio fuori di qualsiasi realtà oggettiva di derivati. Egli acquista e vende il rischio sui premi prezzo non verificabile. Voto di liquidità delle banche centrali speculazione carburanti che distrugge l’appropriazione allocata all’economia reale. investitori irresponsabili catturano i guadagni di capitale artificiali. Il fallimento finanziario degli Stati e delle banche centrali è inevitabile. Speculazione contro il debito pubblico e il capitale delle banche centrali è una necessità sistemica. Tutte le principali reti finanziarie internazionali sanno di che avere più equità. L’unico modo per sfuggire il fallimento è di saccheggiare le liquidità nominale degli Stati e banche centrali.

Il sistema distrugge metodicamente l’autorità legale per determinare e si pronuncia effettiva liquidità del sistema. Speculazione sistemica è molto semplicemente per intrappolare gli Stati e banche centrali nel loro nominale degli obblighi di legge. Come bilancio ufficiale nei settori regolamentati chiaramente discostato dalla realtà sin dalla crisi dei mutui subprime, operatori internazionali costrinsero i governi e banche centrali a mentire con contanti sui prezzi a termine non verificabile. Che la bugia diventa più grande e prende per re – sistema credibilità mettere gli Stati indebitati più chiaramente all’austerità di bilancio economicamente inetto. Evitando l’en mis causare personale pubblico e bancario leader, autorità politica è metodicamente distrutto fino alla guerra civile.

L’unica possibilità per evitare la dissoluzione della civiltà del mondo è l’implementazione di un prezzo finanziario globale di compensazione. Compensazione globale che era stata proposta da Keynes a Bretton Woods dovrebbe avvenire non solo sui prezzi nominali come attualmente in dollaro. Coprirà anche contratti e appalti rischiano i premi. Compensazione legale per le transazioni finanziarie internazionali è quello di vendere sistematicamente il premio di qualsiasi credito pubblico o privato, reali o finanziarie del mutuatario. Il premio di credito calcolato in valuta internazionale coprirà non solo il prezzo effettivo nel termine del prestito oggetto ma dispute legali. È una transazione di valuta internazionale deve essere domiciliato in un paese di diritto, dove una magistratura indipendente può controllare l’uguaglianza sostanziale delle informazioni tra le parti negoziali.

Lo standard monetario internazionale sottostante al mondo tri-compensazione finanziaria è la valuta il cui valore è garantito da qualsiasi democrazia. Il valore reale delle democrazie è misurato dall’offset di premi di scambio nel mercato finanziario globale. Tutti gli elementi della diagnosi del sistematico crollo dell’economia globale e ripristino di un sistema di valuta umana sono presentati su questo Blog. L’economia di compensazione legale e finanziario mondiale prezzi internazionali può essere realizzato il di consolidamento finanziario dell’Unione europea. L’Unione è il leader della Comunità multinazionale delle democrazie regolamento economico di bene comune degli uomini. La situazione nel mondo è grave; tutti gli elementi di un piano di uscita dalla crisi per cima esistano ancora. Manca un chouia della dignità politica per tornare sul percorso collettivo del progresso umano.

Immigrazione nell’Unione europea: una cartella molto politica alla vigilia dell’europeo

Le rotte dell’immigrazione in Europa (lo screenshot del sito europea Frontex).

Naufragi al largo della costa di Samos, in Grecia, massicci arrivi a Lampedusa in Italia, assalti sul filo spinato di Ceuta in Spagna… Non un giorno senza informazioni sull’arrivo di migranti sulle coste meridionali dell’Unione europea. Questa immigrazione pone problemi pesanti in questi paesi, ma anche in tutta Europa, diventando uno dei temi importanti della campagna europea.

Dietro i drammi umani, le cifre stanno parlando. Dal 2014 precoce, quasi 2.200 migranti e rifugiati sono arrivati in barca sulla costa italiana, dieci volte più che nello stesso periodo dal 2013.

All’inizio di aprile, il ministro del interno Angelino Alfano aveva fatto appello all’Unione europea affinché aiuta più l’Italia affrontando l’afflusso di migranti. Aveva stimato tra 300.000 e le 600.000 il numero di candidati all’emigrazione pronto a imbarcarsi dalla costa libica a destinazioni in Europa.

25.000 e 40.000 giovani in Africa sub-sahariana sarebbe pronte a lanciare l’assalto delle frontiere di Ceuta e Melilla nei prossimi mesi, secondo dati ufficiosi circolare dalle autorità marocchine e spagnole, secondo Le Monde .

La testa di Frontex, l’Agenzia europea per le frontiere esterne dell’Europa, considera anche l’immigrazione clandestina in Europa ha aumentato del 48% nel 2013 dal 2012. Il più grande aumento è sentimento nel Mediterraneo centrale. Un aumento dovuto principalmente alla guerra in Siria.

Migranti su uno i recinti intorno l’enclave spagnola di Melilla in territorio marocchino (marzo 2014).

Porte d’ingresso in Europa meridionale
Tre punti caldi nel file dell’immigrazione.

Spagna: ad ovest, le aree spagnole di Melilla e Ceutain Africa, sono sotto pressione da assalti di migranti dal Marocco, o ancora ulteriormente. Nel 2013,proiettato 4,235 clandestini raggiunto in due enclavi, attraversando il confine, di ingannare i controlli di frontiera o ancora in clandestinità nei veicoli passando la dogana contro 2.841 nel 2012, dice Madrid. Uno di questi tentativi, effettuati il 6 febbraio per tentare di entrare a Ceuta, si rivolse a tragedia quando 15 persone di origine sub-sahariana sono stati uccisi a tentare di bypassare il confine a nuotare.

Italia: il secondo punto caldo riguarda l’Italia con dispacci riguardanti gli arrivi giornalieri di barche. Tra il 18 ottobre e il 10 aprile, l’Italia salvato esattamente 18,546 migranti. E queste cifre stanno aumentando rapidamente, ha detto il capo degli aiuti italiani. Soprattutto sull’isola di Lampedusa .

Filippo Bubbico, vice ministro degli interni nel governo di Enrico Letta, ha detto che « entro il 2013, l’Italia era soggetta a un massiccio afflusso di immigrati dal Nord Africa e Medio Oriente».

Foto scattata dalla guardia costiera greca di una barca di migranti vicino le coste di Creta (marzo 2014). © Ellenica guardia costiera/AFP

Grecia: a altra estremità del Mediterraneo, a est, la pressione è anche forte. La Grecia è una delle porte verso l’Europa. Il ‘muro’ costruito su terra confine turco-greco (il fiume Evros) richiesto migranti a girare per i passaggi marittimi. La distanza tra la costa turca e alcune isole greche a volte è molto piccola.

Almeno 22 migranti sono stati uccisi e sette sono dati per dispersi dopo l’affondamento di due navi nel Mar Egeo, al largo della Grecia ai primi di maggio. Le vittime sembrano provenire dalla Somalia. Mille clandestini navigati ogni mese per cercare di raggiungere la costa greca dei paesi dell’Unione europea, ha detto all’inizio di aprile il ministro della Marina mercantile, Miltiadis Varvitsiotis greco. «188 adulti e bambini sono annegati o ci sono stati segnalati mancanti tra agosto 2012 e marzo 2014 », secondo Amnesty.

L’Europa ha moltiplicato i testi e le misure per cercare di controllare il problema dell’immigrazione. Tuttavia, i paesi che forniscono le frontiere esterne dell’area Schengen fanno appello a Bruxelles. Infatti, con le regole di Schengen, è quei paesi che devono gestire l’afflusso dei rifugiati. Dove invita a trovare soluzioni più durature.

La difficile situazione degli immigrati a Lampedusa (dicembre 2013).

I ministri degli esteri del gruppo Mediterraneo, incontro il 16 aprile a Alicante, Spagna, lanciato l’allarme sulla crisi migrazioni che interessano le sponde meridionali dell’Europa per diversi mesi e la mancanza di risorse a loro disposizione per affrontare. «Il testo di consenso ribadisce la necessità di maggiore cooperazione del blocco comunitario con i paesi di origine e transito degli immigrati e la necessità di risorse tecniche e finanziarie aggiuntiva europea.» « Ma aumenta anche una pressione politica tacca sui paesi del nord del continente affinché essi mano tasca», ha osservato Le Monde .

Europa « deve prendere in mano la situazione », ha ribadito l’Italia, mentre il dibattito è ancora molto poche settimane della politica europea.
Alcuni partiti, quelli che criticano una certa Europa in particolare, hanno fatto una questione di campagna. Il fronte nazionale infatti non privato se stesso per denunciare « massicce ondate di immigrazione dai paesi di altre civiltà, compresi i costumi, costumi e tradizioni sono molto incompatibile con il nostro stile di vita ».

«L’approccio europeo all’immigrazione è insufficiente e la crisi economica che stiamo attraversando ha contribuito a radicalizzare le posizioni di molti Stati, rinforzando la recessione su se stessi, » riconosce il socialista MEP Sylvie Guillaume .

« L’approccio europeo è frammentata ed è così una visione complessiva. ‘ Alcuni testi entrati in vigore recentemente, quali lo status di lavoratori stagionali, ma rimangono molto marginale. Prova di questa frammentazione, qualche chiamata fortezza Europa e altri al colino. « D’altra parte, la solidarietà tra gli Stati è chiaramente insufficiente», aggiunge Sylvie Guillaume.
Un membro di Frontex, l’unità europea responsabile della sorveglianza delle frontiere esterne dell’UE. Frontex ha chiamato la sua unità di risposta rapida ‘rabit’ che significa coniglio in francese (squadra di intervento rapido di confine)…

«Infine, deve essere una politica europea dell’immigrazione, con annuale per paese e per quote di commercio, armonizzazione del diritto di asilo e potenziare se stessi per proteggere i confini dell’Europa, « ha detto Marielle de Sarnez (europeo per il candidato di Modem) in Le Figaro che parla di « errore assoluto » che « alimenta il voto estremo ». Un parere che sembra condividere i francesi che gratificano una 4.6 su 20 immigrazione Europa, secondo un sondaggio .

La questione sarà il menu del vertice dei capi di stato e governo del 26 e 27 giugno… Un mese dopo l’europeo. Nel menu, la necessità per una migliore cooperazione con gli Stati del sud al fine di limitare i flussi migratori e la richiesta di una maggiore solidarietà da parte degli Stati del Nord Europa con coloro che accettano i migranti sui loro lati. Argomenti già trattati al precedente vertice in ottobre 2013.

CEMEX rischiare una multa grande dall’Unione europea

Il terzo produttore mondiale di cemento ha rivelato che sarebbe stato oggetto di una procedura per l’UE circa un presunto di fissazione dei prezzi con cartello di concorrenti.

CEMEX ha annunciato giovedì che sarebbe stato un processo dell’Unione europea circa un presunto di fissazione dei prezzi con cartello di concorrenti. CEMEX e sette altri cemento saranno l’oggetto di questa procedura in Austria, in Belgio, Repubblica Ceca, in Francia, in Germania, in Italia, il Lussemburgo, i Paesi Bassi, Spagna e Gran Bretagna, ha detto il gruppo messicano in una dichiarazione.

« L’apertura di questa procedura non implica che la Commissione (europea) ha una prova inconfutabile di un reato », aggiunge Cemex, che ha negato qualsiasi comportamento scorretto.

L’Unione europea ha aperto la sua indagine nel novembre 2008, sospettando un accordo illegale tra Cemex e concorrenti come Lafarge e Holcim.

Nel dicembre 2009, la direzione del concorso polacco aveva imposto una multa di $ 146 milioni su sette produttori di cemento, compreso Cemex, cartello presunta di fissazione dei prezzi.

Suo equivalente spagnolo aveva detto nel dicembre 2009 che sarebbe approfondire le indagini, una prima indagine che ha dato prova di accordo.

CEMEX è anche indagato nel Messico.

Il rischio di una grande multa dall’UE non è trascurabile per il produttore messicano di cemento, cui prestazioni aziendali sono deboli in Europa e negli Stati Uniti, i principali mercati, e che cerca di ripagare un debito di 10 miliardi di dollari per le banche.

Nel 2009, suo direttore generale Lorenzo Zambrano ha detto che la quota di mercato della Cemex Messico era caduti 16 punti dalla metà degli anni novanta.

La Commissione europea lunedì ha dato il via libera alla fusione dei due giganti di cemento, il francese Lafarge e Holcim Svizzera, che ha accettato di cedere un gran numero di attività per poter dare alla luce il numero uno al mondo nel settore.

sullo stesso argomento
•Nigeria: una cementeria Lafarge esce illesa da un attacco di Boko Haram
•Lafarge comunica loro fusione proposta a Bruxelles
•Fusione Lafarge-Holcim: dettagli dei trasferimenti per il Brasile

L’era ha annunciato su Twitter dal nuovo Commissario europeo per la concorrenza, Margrethe Vestager:

« La concorrenza è anche importante nel settore del cemento. L’acquisizione di Lafarge di Holcim è soggetto a determinate condizioni. La fusione può continuare, « scrisse il Commissario, che ha preso l’ufficio sei settimane fa, riuscendo lo spagnolo Joaquin Almunia.

Una luce verde cruciale per i due gruppi, molto presente in Europa, per cui rimane ora per ottenere il permesso delle autorità di altri paesi come gli Stati Uniti o il Brasile.

In condizioni

Per sganciare, i due giganti sono stati instancabili nei loro sforzi e hanno deciso di cedere un numero significativo di beni (cemento, macinazione ecc) in Europa. Attività che per la maggior parte si sovrappongono.

Fu soprattutto per rassicurare la Commissione, che temeva di fusione, tale inizialmente presentata, non dannosa per la concorrenza su un gran numero di mercati, con la chiave di un rischio di aumento dei prezzi.

« La decisione è soggetta al trasferimento delle attività di Lafarge in Germania, Romania e Regno Unito e le attività di Holcim in Francia, Ungheria, Slovacchia, Spagna e Repubblica Ceca », così ha ricordato Bruxelles in un comunicato stampa.

Concessioni « Considerevole »

Il totale di questi trasferimenti rappresenta il 20% del fatturato del gruppo futuro in Europa e 10-15% a livello globale. In particolare, Holcim si ritirerà dalla Repubblica Ceca e Lafarge hanno a cedere tutte le sue attività in Germania, Romania e Slovacchia.

Nel Regno Unito, il francese assegnerà tutte le attività svolte attraverso una joint venture con Anglo Americana, con l’eccezione di un cementificio.

In Francia, la Holcim Svizzera trasferirà la maggior parte delle sue attività legate alla occupazione di calcestruzzo preconfezionato, cemento e aggregati, tra cui piante del cemento di Heming Lumbres e Rochefort-sur-Nenon, centri di macinazione di Dannes, di Dunkerque, Grand-Couronne, La Rochelle ed Ebange, così come un terminale per l’importazione di Dunkerque.

Da parte sua, Lafarge sarà cedere un centro di macinazione in Francia e in quasi tutte le sue attività alla riunione.

« Holcim e Lafarge volontà non sarà consentito di concludere l’operazione fino a quando la Commissione ha approvato per gli acquirenti di beni messi in vendita », ricorda l’esecutivo europeo.

L’elenco approvato da Bruxelles è praticamente identica a quella presentata dai due gruppi in ottobre, con una sola eccezione per quanto riguarda la Francia. Stazione St-Nazaire, di proprietà di Lafarge, rettifica ha quindi aggiunto all’elenco delle assegnazioni.

Blocchi stradali in vista prima delle trattative salariali

Parigi (Reuters) – i driver del camion potrebbero disturbare la settimana di attività in Francia da blocchi di magazzini e strade previsti domenica sera in diverse regioni di influenzare i negoziati salariali in pubblico.

I sindacati CGT, FO, CFTC e CFE – CGC chiama alle azioni in tutto il paese, con depositi di petrolio « obiettivi prioritari » e combustibili, centrali d’acquisto, grandi assi, per essenzialmente tocco « decision maker ».

Il mercato di Rungis, vicino a Parigi, dove da Saint-Arnoult-en-Yvelines, sull’autostrada A10, casello, dove trascorrere ogni camion di mille ore, dovrebbe essere interessato, così come siti intorno a Roissy e città di provincia.

In tutto, « una dozzina di regioni coperte », ha detto a Reuters Thierry Douine, Presidente del trasporto CFTC.

Tre incontri sono previsti lunedì, martedì e giovedì, nella logistica, trasporto merci e infine ai viaggiatori, il secondo ramo, essendo la più critica, come nessun accordo c’è stato firmato dal 2012.

Le posizioni dei sindacati e datori di lavoro sono molto remote dopo l’appuntamento del 1 dicembre, poiché il primo sostengono l’aumento di stipendio del 5% su media e un tredicesimo mese, tra le altre cose, quando il secondo proposto aumento del 1%.

Come la CFDT, primo sindacato nel settore, che aveva condotto le sue azioni solo metà dicembre, le federazioni desidera stabilire un equilibrio di potere, unica soluzione che piegare i datori di lavoro.

« Il declino, non credo finchè non hanno il coltello sotto la gola. In questo settore, Babbo Natale, è stato a lungo che credo più », ha detto Thierry Douine.

I datori di lavoro dicono che sono pronti per un sforzo supplementare ma il feltro in grado di soddisfare le richieste dei sindacati che denunciano una preponderanza di ore salari di sotto del salario minimo.

IL BOSS FARÀ UN GESTO

« Noi, arriverà martedì con proposte migliorate rispetto a dicembre. Sarà tra 1% e 2%, ha detto a Reuters Nicolas Paulissen, delegato generale della Federazione nazionale dei trasporti su strada (FNTR).

« Cinque per cento, è di raggiungere delle aziende ed è completamente in disaccordo con la situazione. In Francia, non non c’è nessun settore capace di dare 5% « , ha aggiunto il leader di FNTR, che dovrebbe far fronte il TLF e Unostra, altre due organizzazioni.

L’UR, un’altra federazione che riunisce principalmente alle PMI, è su una linea simile e aveva proposto un aumento tra 1,2% e 1,8% secondo il livello di stipendio.

« Oggi nelle PMI, dipendenti sono più preoccupati di mantenere i loro lavori nel 2015 rispetto sapendo se essi saranno aumentati del 5%, » ha affermato Gilles Mathelie-Guinlet, Segretario generale di UR.

Il livello di mobilitazione sarà una questione importante per i sindacati, ma non erano il capo della CFTC, né Jérôme Vérité, Segretario generale della Federazione trasporti CGT, è probabile sabato a una prognosi.

« Penso che i datori di lavoro si aspettano di vedere la realtà della mobilitazione e spero che mostra non delude, » raccontando Jérôme Vérité Reuters. « Ci dovrebbe essere tra 40 e 50 punti di blocco da martedì. »

Datori di lavoro, che era considerata l’azione della CFDT in dicembre come un fallimento relativo, si aspetta una mobilitazione limitata. Soprattutto, l’UR, il suggerimento è rischioso per i sindacati.

« E non ‘ perché ci sono questi deadlock, dato che in due giorni c’è trattativa. Questo è a doppio taglio perché se non sono in grado di mobilitare dietro abbiano niente », sostiene Gilles Mathelie-Guinlet.

Se esso non si estende oltre il martedì e indurisce, il movimento non dovrebbe pesare attività già fiacca con saldi che hanno interessato la situazione economica e lo shock provocato dagli attentati che hanno causato 17 morti in Francia la scorsa settimana.

La portata può essere limitata anche dall’assenza della CFDT, che avanza in un disordinato. « Il sindacato CFDT che è partito unico, che ha fatto movimento non va bene », ammette a malincuore Thierry Douine, CFTC.

Non ancora d’accordo sulla riforma del dialogo sociale

Parigi (Reuters) – i datori di lavoro e sindacati sabato non sono d’accordo su una revisione del dialogo sociale nella società, nonostante due giorni ed una notte di discussioni e ha deciso di estendere i colloqui, forse la prossima settimana.

Un compromesso sembrava ancora disegnare venerdì tra il Medef, l’Union professionnelle artisanale (UPA), la CFDT, CFTC e CFE – CGC, CGT, Force Ouvrière e CGPME, semplificazione e modernizzazione del dialogo sociale.

Ma Medef ha deciso sabato prima 06.00 che non era in grado di presentare un testo definitivo, dopo 12 ore di inattività per un incontro dedicato alle riunioni bilaterali e contatti tra i leader delle organizzazioni coinvolte.

« Ha fatto un sacco di sforzi (…) È molto vicino a un accordo. Ma non è riuscito che notte, « ha detto alla stampa il negoziatore del Medef, Alexandre Saubot.

«Così con l’impegno che rimane per la delegazione del datore di lavoro, si incontreranno molto rapidamente la settimana accanto a cercare di completare questa trattativa in molti».

Organizzazioni sindacali, ha spiegato che Alexandre Saubot non aveva ottenuto il mandato necessario per i datori di lavoro.

« Ha spiegato che aveva tutto per spostare le linee del suo mandato, ma aveva fallito », ha spiegato il negoziatore della CFDT, Marylise Leon.

MEDEF e UPA proporre unire il correnti organismi rappresentativi del personale (IRP) in aziende con almeno 11 impiegati all’interno di un Business Council.

I SINDACATI VOGLIONO GARANZIE

La bozza di accordo pubblicato venerdì su sindacati prevede che questa istanza singola riprendere completezza delle missioni e delle prerogative dei delegati del personale, il Consiglio di opere e del comitato di igiene, sicurezza e condizioni di lavoro (CHSCT), garantendo al contempo il ruolo di Steward.

Ma i sindacati, la CFDT, CFTC e SGC, che sono pronti ad accettare la fusione, ritengono insufficienti garanzie fatte riguardanti i diritti dei dipendenti e missioni e mezzi del futuro Business Council.

Il Medef ha fatto una concessione considerando qualche forma di rappresentanza del personale delle piccolissime imprese dipendenti (TPE) sotto 11, nonostante la forte resistenza nel suo seno e l’opposizione categorica della CGPME.

Ma ci anche i negoziati non è riuscito a risolvere le differenze – la CFDT vuole compreso regionali comitati paritetici interprofessionali proposti includono dipendenti del TPE interessato e sono nella mediazione e missioni di prevenzione in conflitto.

Sotto l’aspetto tecnico, la proposta di riforma del Medef, che è difficile in questa fase per misurare tutte le implicazioni per le imprese con almeno 11 dipendenti per quanto riguarda le imprese molto piccole, sarebbe una sorta di big bang.

I delegati del personale sono stati creati nel 1936, il Comité d’Entreprise HSC 32 anni e 70 anni.

« ASCENSORE SERRATURE »

La fusione di questi IRP in imprese con almeno 11 dipendenti comporterebbe una riduzione drastica delle riunioni di consultazione e di informazione e di una diminuzione del numero di rappresentanti del personale e ore di delega concessa a questi dipendenti.

Il Medef propone inoltre di rendere sistematica la possibilità di derogare dall’atto di un contratto di società.

Il governo vuole recepire nella legislazione un eventuale accordo delle parti sociali sulla riforma del dialogo sociale, per renderlo « uno strumento più efficace al servizio della competitività delle imprese ».

Egli vede nella semplificazione del dialogo sociale un modo per alleggerire i vincoli di società e « ascensore serrature » ostacolando l’assunzione.

Il vicepresidente del CFTC, Joseph Thouvenel, rifiutò il sabato parlare di fallimento: « questo non è un fallimento. Un fallimento sarebbe un cattivo accordo », ha detto.

« Non sono deluso, che la negoziazione non è completa, » ha detto Alexandre Saubot.

Le delegazioni CGT e Force Ouvrière accamparono sulla loro opposizione alle proposte del Medef, che considerano pericolosi per i dipendenti umane.

Il negoziatore di FO, Marie-Alice Marley-Andrieu, rifiutò il sabato mattina dire se lo vuoi partecipare la prossima sessione di negoziazione. « Per il momento che non so, vedo con la mia organizzazione », ha detto a Reuters.

Publicités

Laisser un commentaire

Entrez vos coordonnées ci-dessous ou cliquez sur une icône pour vous connecter:

Logo WordPress.com

Vous commentez à l'aide de votre compte WordPress.com. Déconnexion / Changer )

Image Twitter

Vous commentez à l'aide de votre compte Twitter. Déconnexion / Changer )

Photo Facebook

Vous commentez à l'aide de votre compte Facebook. Déconnexion / Changer )

Photo Google+

Vous commentez à l'aide de votre compte Google+. Déconnexion / Changer )

Connexion à %s