le 14012015 IT

Ciao a tutti

Ciao a tutti

Società moderna: 5 minuti per scoprire la triste realtà ?OTTIMO VIDEO

ALBERT E.A.: un contre-autopsie del Giocatore Cameroonian morì in Algeria ha concluso un omicidio (dei France 24)

Scherzooo! ci vediamo ogni rettitudine, la neutralità del brevetti bugiardi (UMP) e tutti soprattutto, quella del SARKOZY e ci parlerà ancora fiducia, ma, francamente, come fidarmi di te li? come?, come quello che, ora e sempre, era lontano dalla necessità e non deve essere a capo di EPAD, diventare ricchi , soprattutto, quando avevamo vent’anni, e che non aveva terminato gli studi, per loro è milioni di EURO al giorno tanto meglio per loro.

INFLUIRE SULLA LIBERTÀ DI ESPRESSIONE. CHARLIE HEBDO: un fumettista è stato restituito a causa di una caricatura sul… « Ebraismo »!

INFLUIRE SULLA LIBERTÀ DI ESPRESSIONE. CHARLIE HEBDO: un fumettista è stato restituito a causa di una caricatura sul… « Ebraismo »!

Libertà di stampa: Sì , ma non per tutti !

Il vignettista Sine, figura emblematica del giornale Charlie Hebdo, aveva scherzato una colonna pubblicata il 2 luglio 2008,l’eventuale conversione a Judaism di jean sarkozy , prima del suo matrimonio con la figlia del fondatore del Darty memorizza. Direttore Philippe Val, direttore della pubblicazione del tempo, fu sicuramente il calo troppo e aveva preso la decisione di licenziarlo per osservazioni antisemites.
« Sono raramente d’accordo con quello che dice il seno, già, ma ha un potere discrezionale a Charlie per esprimere opinioni differenti del mio e questa latitudine e confina con un Charter che vieta tra l’altro circa qualsiasi razzista e antisemita nel registro  » « , aggiunto il direttore della pubblicazione.

In una dichiarazione rilasciata nel luglio 2008 in Charlie Hebdo, Philippe Val ha scritto:
« Le parole di seno su Jean Sarkozy e la sua fidanzata, oltre che avevano sulla privacy, spacciata la falsa diceria della sua conversione al giudaismo. Ma soprattutto potrebbe essere interpretati come il legame tra il conversione al giudaismo e successo sociale, ed era né accettabile nidefendabledevantuntribunal. »
« Do la colpa a Jean Sarkozy per convertire da opportunismo . Se egli aveva convertito all’Islam per sposare la figlia di un emiro, era lo stesso. « E un cattolico, tali, non ho mai fatto dono ai cattolici », a sua volta difeso Sine.

Quando è, al contrario, insultare pubblicamente la religione musulmana, ovviamente, questo ha l’aria non preoccupa nessuno. Questo è il cosiddetto  » libertà di espressione a geometria variabile . » !

Per il disegno del layout di CHARLIE HEBDO, esso è facile deridere tutti francesi musulmani, e il breve in francese, ma quando è divertente, quindi mi dispiace, ma, no; è vero che è dura e infelice, la perdita di una persona cara, ma tu troppo può sentire lo spirito di vendetta, che posso capire, ma anche se dicono che non è valsa la pena , perché il musulmano francese, non hanno nulla da fare di dentro, inoltre, condannano tutti, perché, a quanto pare, questo, sarebbe presumibilmente DAECH che sarebbe all’origine, che è quanto a lungo, l – ha chiesto alla NATO di liberarci e dopo, ci viene detto, Oooops, era krompe e gli Stati Uniti o altre forze, fatto un sfortunato paracadutismo, è a scopare la merda fuori dal mondo , che essi liberaci, trovo questa mossa e CHARLIE HEBDO mi aveva usato al meglio, è vero, che sono partiti o trasferiti SINE, che si vede lì, lo spirito di provocazione, che può portare a una guerra civile, che li è la cosiddetta élite ebraica, vorrebbe, è non E.ZEMMOUR, che ha suggerito , questo, ma non voglio questa provocazione tenendo conto oltre la rabbia, esso ha generato

Perché, ho il sospetto, è relativamente facile da usare la sofferenza delle persone, come molti sanno come fare.

ONU: Quando Jerry Rawlings ha denunciato l’uso improprio di questa organizzazione in Francia per rovesciare regimi africani

CORTE PENALE INTERNAZIONALE (CPI). CASE LAURENT GBAGBO: Fatou Bensouda già senza fiato.

TERRORISMO: il Vaticano, il prossimo obiettivo dello stato islamico (secondo il Mossad e la CIA)

Come sarebbe consapevole, egli ha meno, che?

Dopo le torri gemelle, boston, tutti sanno che il mossad non è strano, Parigi?può essere, e certamente altri, tutti i servizi segreti sanno che mossad è coinvolto

Israele, (che è il primo ministro di Israele) è molto spesso dietro gli attacchi, questo è, non certo per organizzare la fiducia.

Stati Uniti (ROCKEFELLER è morto, ma OBAMA e con lui c’e il resto?,) e le agenzie di intelligence israeliani hanno messo in guardia il Papa Francis della Santa sede che il Vaticano è il prossimo obiettivo del califfo Abu Bakr Al Baghdadi stato islamico

Inganno universale come una modalità di governo: il caso del premio NOBEL

creachmichelblog.WordPress.com Francese, inglese

creachmichel2014.wordpress.com Italiano, spagnolo

lebretonblog.WordPress.com inglese, Deutschland

Debito italiano: banche francesi giocare col fuoco

Fronte storicamente alti tassi italiani, banche francesi alleviare massicciamente i titoli sovrani d’oltralpe. A rischiare di aggravare la crisi e mettere un po ‘ più in pericolo… Spiegazione di un circolo vizioso molto.

Giocatori! Mentre tassi italiani battere un nuovo record di mercoledì, le banche francese hanno intrapreso una corsa sfrenata alla vendita degli obblighi d’oltralpe. In meno di quattro mesi, BNP rilasciato 20,7% del portafoglio del debito europeo. I 10 miliardi rivenduto, 8,3 miliardi corrisposto al debito italiano. Complessivamente, quattro principali banche francesi (BNP Paribas, Credit Agricole, BPCE e Société Générale) hanno ridotto il loro esposizione al rischio sovrano italiano da 41,1 a 22,1 miliardi di euro fine ottobre.

«« Rivendendo questi titoli alla BCE o a investitori quali hedge fund, cui profili di rischio sono più elevati, le banche cercano di evitare lo scenario greco ‘, spiega Yves Marçais di titoli azionari globali. Vedendo il prezzo italiano montare razzo, vogliono evitare che i loro titoli non hanno più valore e preferiscono venderli oggi un po ‘ meno rispetto al loro prezzo di acquisto per evitare perdite maggiori domani. Una pura logica di mercato in breve: primo partito, primo servito!

PIÙ/MENO DEBITI ITALIANI NEL SEGUENTE:

Banche francesi esacerbano la crisi italiana…

Tranne che facendo così, francese banche peggiorare la situazione. Infatti, queste vendite devono essere sul mercato secondario (mercato dove obblighi di rivendere e non dove vengono emesse), essi sono bene tassi italiani che sono svettanti: obblighi secondari a vendere più conveniente, cosa genera… il loro tasso di mercato primario.  » La vendita di miliardi di euro di debito italiano, compreso quello di BNP Paribas, ha urtato il tasso del dazio a 10 anni in Italia, così attesta uno vicino alle autorità di regolamentazione europee con il giornale le Monde. È gratificante che le banche ripulire loro bilanci. Ma entrare in una spirale di Inferno, difficile da padroneggiare ».

I risultati delle banche sigillate da la Grecia

Supporto al piano Grecia sigillato i risultati delle grandi banche francesi, causando pesanti disposizioni nel terzo trimestre. BNP Paribas ha pagato il prezzo più pesante con un accantonamento di euro 2,2 miliardi, contro 784 milioni per BPCE e 333 milioni per la Société Générale. Circa Crédit Agricole, deprezzamento dei titoli sovrani greci ha provocato un impatto di 650 milioni di euro per il trimestre. In tutte le banche hanno applicato uno sconto del 60% sui loro titoli greci.

È per combattere contro questo circolo vizioso che il governo francese, Christine Lagarde in mente, aveva richiesto qualche mese fa alle banche di conservare i loro titoli greci nonostante il panico imperversa mercati. Ma le istituzioni francesi, che non più sopportare di vedere il loro titolo laminati stock perché sono troppo esposte al debito europeo, la volontà non hanno due volte. Già recentemente essi hanno pagato il prezzo della solidarietà europea, accettando volontariamente lo sconto del 50% sui loro titoli greci. E questo poi banche tedesche ancora non hanno la stessa riluttanza alle obbligazioni greche massicciamente scaricati del mese prima.

Per essere giustificato, le banche sostengono che con i nuovi vincoli normativi, che richiedono loro di raccogliere i propri fondi, hanno poca scelta. O si deve accettare un aumento di capitale tramite fondi pubblici, scenario che preferiscono evitare come autorità pubblica, essi devono ridurre le dimensioni dei loro bilanci. E per fare questo, la soluzione migliore è ancora a vendere i beni.

…E mettere in pericolo

A termine, tuttavia, il rischio non è zero per banche esagonale. Già, perché la crisi italiana potrebbe portare a una crisi di liquidità che potrebbe fare del male a tutti gli attori del sistema bancario. Ma anche perché che banche francesi hanno un rischio doppio di Comacchio: sono esposti dal loro obbligazioni sovrane, ma dalle loro reti anche in loco. BNP ad esempio detiene una significativa filiale, BNL, che fa il boot il secondo mercato dopo la Francia. Anche se la situazione non è paragonabile a che la Grecia – tariffe flirt con 7%, mentre hanno superato il 15% quest’estate in Grecia – contribuiscono al peggioramento della situazione italiana è dunque una scommessa estremamente rischiosa.

Per il momento il governo francese, che ovviamente dovrà salvare le sue banche nel caso di un fallimento italiano, non sembra preoccuparsi. «Forse anche finito le lezioni del passato, con incluso il fallimento della Dexia Bank, che ha subito chiaramente le decisioni del governo francese di vietare le banche a offload attività sovrane », ha dichiarato Yves Marçais.» Forse semplicemente che la situazione non è ancora sufficientemente catastrofica in Italia, per il governo a reagire. Finora, i politici europei infatti hanno dimostrato che non erano passato maestro nell’arte della previsione…

Di Julie da pennello – pubblicato il 11/10/2011 / espansione

Il debito italiano, presto un bene marcio ma tutto va bene

Il debito italiano, presto un bene marcio ma tutto va bene

PhilippeHerlin 15/12/14

Fornito da Express.be

Il nuovo è passato quasi inosservato mentre lei merita i titoli: il debito pubblico dell’Italia è più di una tacca nella categoria speculativa! Standard & Poor di agenzia ha degradato venerdì ultima una tacca a BBB-, o l’ultima nota ancora qualificarla come « investimento ». Poi passa alla categoria chiamato letteralmente « non-investment », un prodotto speculativo o marcio se preferite. Presto un junk bond quindi. È ancora il più grande debito pubblico nell’Eurozona (2168 miliardi di euro), il terzo nel mondo da volume (dopo Stati Uniti e il Giappone) e anche il terzo in percentuale del PIL (133% del PIL, dietro il Giappone a 243% del PIL e Grecia a 174% del PIL). Altri paesi voto BBB-da S & P sono l’Azerbaijan, la Bulgaria, l’India, il Marocco, la Romania e l’Uruguay.

Per S & P, questo degrado dell’Italiano Nota « riflette la debolezza ricorrente delle prestazioni del prodotto interno lordo, sia nel reale e nominale, minando la sua capacità di affrontare il debito ». Crescita non partì e il debito non può continuare ad aumentare nei prossimi anni e a pesare ancora di più sui conti pubblici. Insostenibile nel lungo periodo. Disoccupazione ha raggiunto un livello record nel mese di ottobre al 13,2% della popolazione attiva (e 44% tra i giovani), l’economia sembra fermarsi. La testa del governo Matteo Renzi parla un sacco, fatto annunci, difende le riforme, ma per il momento poco cambiato in particolare e la Commissione europea ha cominciato a si rizzano i capelli.

L’elemento notevole è la totale indifferenza con cui i mercati hanno accolto la notizia. Il tasso di debito italiano 10 anni declino regolarmente durante l’anno 2014 e di poco inferiore al 2%. Niente panico accompagnato la degradazione di S & P. Per illustrare la bolla di legame che imperversa nel mondo, il caso dell’Italia è uno dei più rivelatore.

Lo scollamento tra prezzi di mercato e la realtà economica alti, chi oggi compra un sacco di italiani 10 anno che tesoro avrà presto un voto bene nella categoria speculativa-grado, in queste circostanze ad accettare un pagamento del 2% anno rappresenta anche solo un sacro assunzione di rischi, un’aberrazione. Ma gli investitori dicono che la Banca centrale interverrà per salvare la giornata. Azzardo morale è più grande: prendere rischi spericolati perché, comunque, la BCE farà il necessario per evitare il fallimento. È vero che il debito italiano è « too big to fail », come la Francia, Spagna, come dell’Europa più grandi banche e di conseguenza tutti questi attori sono eccellenti condizioni di finanziamento. Così alla fine tutto va bene, questo è il Dolce Vita!

Noi viviamo che qui piuttosto una sorta di allucinazione collettiva, l’autorità monetaria può fare tutto, basta vedere il male che essi danno alla Grecia, che continua ad affondare, una crisi del debito italiano ovviamente sarebbe di qualsiasi grandezza. Può l’Eurozona sopravvivere se il suo più grande debito pubblico è valutato come un patrimonio di marcio? Ecco la domanda da porsi e la risposta non è ovvia.

– Germania, campione d’Europa del debito prima dell’Italia

DEBITI ODIOSI GRECO AFRICA, ILLEGITTIMO. : Rottura & metamorfosi

http://www.Rupture-et-Metamorphose.org/…/l-odieuse-dette-Grecque-illegitime.html

ALBERT E.A.: un contre-autopsie del Giocatore Cameroonian morì in Algeria ha concluso un omicidio (dei France 24)

Scherzooo! ci vediamo ogni rettitudine, la neutralità del brevetti bugiardi (UMP) e tutti soprattutto, quella del SARKOZY e ci parlerà ancora fiducia, ma, francamente, come fidarmi di te li? come?, come quello che, ora e sempre, era lontano dalla necessità e non deve essere a capo di EPAD, diventare ricchi , soprattutto, quando avevamo vent’anni, e che non aveva terminato gli studi, per loro è milioni di EURO al giorno tanto meglio per loro.

INFLUIRE SULLA LIBERTÀ DI ESPRESSIONE. CHARLIE HEBDO: un fumettista è stato restituito a causa di una caricatura sul… « Ebraismo »!

INFLUIRE SULLA LIBERTÀ DI ESPRESSIONE. CHARLIE HEBDO: un fumettista è stato restituito a causa di una caricatura sul… « Ebraismo »!

Libertà di stampa: Sì , ma non per tutti !

Il vignettista Sine, figura emblematica del giornale Charlie Hebdo, aveva scherzato una colonna pubblicata il 2 luglio 2008,l’eventuale conversione a Judaism di jean sarkozy , prima del suo matrimonio con la figlia del fondatore del Darty memorizza. Direttore Philippe Val, direttore della pubblicazione del tempo, fu sicuramente il calo troppo e aveva preso la decisione di licenziarlo per osservazioni antisemites.
« Sono raramente d’accordo con quello che dice il seno, già, ma ha un potere discrezionale a Charlie per esprimere opinioni differenti del mio e questa latitudine e confina con un Charter che vieta tra l’altro circa qualsiasi razzista e antisemita nel registro  » « , aggiunto il direttore della pubblicazione.

In una dichiarazione rilasciata nel luglio 2008 in Charlie Hebdo, Philippe Val ha scritto:
« Le parole di seno su Jean Sarkozy e la sua fidanzata, oltre che avevano sulla privacy, spacciata la falsa diceria della sua conversione al giudaismo. Ma soprattutto potrebbe essere interpretati come il legame tra il conversione al giudaismo e successo sociale, ed era né accettabile nidefendabledevantuntribunal. »
« Do la colpa a Jean Sarkozy per convertire da opportunismo . Se egli aveva convertito all’Islam per sposare la figlia di un emiro, era lo stesso. « E un cattolico, tali, non ho mai fatto dono ai cattolici », a sua volta difeso Sine.

Quando è, al contrario, insultare pubblicamente la religione musulmana, ovviamente, questo ha l’aria non preoccupa nessuno. Questo è il cosiddetto  » libertà di espressione a geometria variabile . » !

Per il disegno del layout di CHARLIE HEBDO, esso è facile deridere tutti francesi musulmani, e il breve in francese, ma quando è divertente, quindi mi dispiace, ma, no; è vero che è dura e infelice, la perdita di una persona cara, ma tu troppo può sentire lo spirito di vendetta, che posso capire, ma anche se dicono che non è valsa la pena , perché il musulmano francese, non hanno nulla da fare di dentro, inoltre, condannano tutti, perché, a quanto pare, questo, sarebbe presumibilmente DAECH che sarebbe all’origine, che è quanto a lungo, l – ha chiesto alla NATO di liberarci e dopo, ci viene detto, Oooops, era krompe e gli Stati Uniti o altre forze, fatto un sfortunato paracadutismo, è a scopare la merda fuori dal mondo , che essi liberaci, trovo questa mossa e CHARLIE HEBDO mi aveva usato al meglio, è vero, che sono partiti o trasferiti SINE, che si vede lì, lo spirito di provocazione, che può portare a una guerra civile, che li è la cosiddetta élite ebraica, vorrebbe, è non E.ZEMMOUR, che ha suggerito , questo, ma non voglio questa provocazione tenendo conto oltre la rabbia, esso ha generato

Perché, ho il sospetto, è relativamente facile da usare la sofferenza delle persone, come molti sanno come fare.

ONU: Quando Jerry Rawlings ha denunciato l’uso improprio di questa organizzazione in Francia per rovesciare regimi africani

CORTE PENALE INTERNAZIONALE (CPI). CASE LAURENT GBAGBO: Fatou Bensouda già senza fiato.

TERRORISMO: il Vaticano, il prossimo obiettivo dello stato islamico (secondo il Mossad e la CIA)

Come sarebbe consapevole, egli ha meno, che?

Dopo le torri gemelle, boston, tutti sanno che il mossad non è strano, Parigi?può essere, e certamente altri, tutti i servizi segreti sanno che mossad è coinvolto

Israele, (che è il primo ministro di Israele) è molto spesso dietro gli attacchi, questo è, non certo per organizzare la fiducia.

Stati Uniti (ROCKEFELLER è morto, ma OBAMA e con lui c’e il resto?,) e le agenzie di intelligence israeliani hanno messo in guardia il Papa Francis della Santa sede che il Vaticano è il prossimo obiettivo del califfo Abu Bakr Al Baghdadi stato islamico

Inganno universale come una modalità di governo: il caso del premio NOBEL

creachmichelblog.WordPress.com Francese, inglese

creachmichel2014.wordpress.com Italiano, spagnolo

lebretonblog. WordPress.com Inglese, Deutschland

Debito italiano: banche francesi giocare col fuoco

Fronte storicamente alti tassi italiani, banche francesi alleviare massicciamente i titoli sovrani d’oltralpe. A rischiare di aggravare la crisi e mettere un po ‘ più in pericolo… Spiegazione di un circolo vizioso molto.

Giocatori! Mentre tassi italiani battere un nuovo record di mercoledì, le banche francese hanno intrapreso una corsa sfrenata alla vendita degli obblighi d’oltralpe. In meno di quattro mesi, BNP rilasciato 20,7% del portafoglio del debito europeo. I 10 miliardi rivenduto, 8,3 miliardi corrisposto al debito italiano. Complessivamente, quattro principali banche francesi (BNP Paribas, Credit Agricole, BPCE e Société Générale) hanno ridotto il loro esposizione al rischio sovrano italiano da 41,1 a 22,1 miliardi di euro fine ottobre.

«« Rivendendo questi titoli alla BCE o a investitori quali hedge fund, cui profili di rischio sono più elevati, le banche cercano di evitare lo scenario greco ‘, spiega Yves Marçais di titoli azionari globali. Vedendo il prezzo italiano montare razzo, vogliono evitare che i loro titoli non hanno più valore e preferiscono venderli oggi un po ‘ meno rispetto al loro prezzo di acquisto per evitare perdite maggiori domani. Una pura logica di mercato in breve: primo partito, primo servito!

PIÙ/MENO DEBITI ITALIANI NEL SEGUENTE:

Banche francesi esacerbano la crisi italiana…

Tranne che facendo così, francese banche peggiorare la situazione. Infatti, queste vendite devono essere sul mercato secondario (mercato dove obblighi di rivendere e non dove vengono emesse), essi sono bene tassi italiani che sono svettanti: obblighi secondari a vendere più conveniente, cosa genera… il loro tasso di mercato primario.  » La vendita di miliardi di euro di debito italiano, compreso quello di BNP Paribas, ha urtato il tasso del dazio a 10 anni in Italia, così attesta uno vicino alle autorità di regolamentazione europee con il giornale le Monde. È gratificante che le banche ripulire loro bilanci. Ma entrare in una spirale di Inferno, difficile da padroneggiare ».

I risultati delle banche sigillate da la Grecia

Supporto al piano Grecia sigillato i risultati delle grandi banche francesi, causando pesanti disposizioni nel terzo trimestre. BNP Paribas ha pagato il prezzo più pesante con un accantonamento di euro 2,2 miliardi, contro 784 milioni per BPCE e 333 milioni per la Société Générale. Circa Crédit Agricole, deprezzamento dei titoli sovrani greci ha provocato un impatto di 650 milioni di euro per il trimestre. In tutte le banche hanno applicato uno sconto del 60% sui loro titoli greci.

È per combattere contro questo circolo vizioso che il governo francese, Christine Lagarde in mente, aveva richiesto qualche mese fa alle banche di conservare i loro titoli greci nonostante il panico imperversa mercati. Ma le istituzioni francesi, che non più sopportare di vedere il loro titolo laminati stock perché sono troppo esposte al debito europeo, la volontà non hanno due volte. Già recentemente essi hanno pagato il prezzo della solidarietà europea, accettando volontariamente lo sconto del 50% sui loro titoli greci. E questo poi banche tedesche ancora non hanno la stessa riluttanza alle obbligazioni greche massicciamente scaricati del mese prima.

Per essere giustificato, le banche sostengono che con i nuovi vincoli normativi, che richiedono loro di raccogliere i propri fondi, hanno poca scelta. O si deve accettare un aumento di capitale tramite fondi pubblici, scenario che preferiscono evitare come autorità pubblica, essi devono ridurre le dimensioni dei loro bilanci. E per fare questo, la soluzione migliore è ancora a vendere i beni.

…E mettere in pericolo

A termine, tuttavia, il rischio non è zero per banche esagonale. Già, perché la crisi italiana potrebbe portare a una crisi di liquidità che potrebbe fare del male a tutti gli attori del sistema bancario. Ma anche perché che banche francesi hanno un rischio doppio di Comacchio: sono esposti dal loro obbligazioni sovrane, ma dalle loro reti anche in loco. BNP ad esempio detiene una significativa filiale, BNL, che fa il boot il secondo mercato dopo la Francia. Anche se la situazione non è paragonabile a che la Grecia – tariffe flirt con 7%, mentre hanno superato il 15% quest’estate in Grecia – contribuiscono al peggioramento della situazione italiana è dunque una scommessa estremamente rischiosa.

Per il momento il governo francese, che ovviamente dovrà salvare le sue banche nel caso di un fallimento italiano, non sembra preoccuparsi. «Forse anche finito le lezioni del passato, con incluso il fallimento della Dexia Bank, che ha subito chiaramente le decisioni del governo francese di vietare le banche a offload attività sovrane », ha dichiarato Yves Marçais.» Forse semplicemente che la situazione non è ancora sufficientemente catastrofica in Italia, per il governo a reagire. Finora, i politici europei infatti hanno dimostrato che non erano passato maestro nell’arte della previsione…

Di Julie da pennello – pubblicato il 11/10/2011 / espansione

Il debito italiano, presto un bene marcio ma tutto va bene

Il debito italiano, presto un bene marcio ma tutto va bene

PhilippeHerlin 15/12/14

Fornito da Express.be

Il nuovo è passato quasi inosservato mentre lei merita i titoli: il debito pubblico dell’Italia è più di una tacca nella categoria speculativa! Standard & Poor di agenzia ha degradato venerdì ultima una tacca a BBB-, o l’ultima nota ancora qualificarla come « investimento ». Poi passa alla categoria chiamato letteralmente « non-investment », un prodotto speculativo o marcio se preferite. Presto un junk bond quindi. È ancora il più grande debito pubblico nell’Eurozona (2168 miliardi di euro), il terzo nel mondo da volume (dopo Stati Uniti e il Giappone) e anche il terzo in percentuale del PIL (133% del PIL, dietro il Giappone a 243% del PIL e Grecia a 174% del PIL). Altri paesi voto BBB-da S & P sono l’Azerbaijan, la Bulgaria, l’India, il Marocco, la Romania e l’Uruguay.

Per S & P, questo degrado dell’Italiano Nota « riflette la debolezza ricorrente delle prestazioni del prodotto interno lordo, sia nel reale e nominale, minando la sua capacità di affrontare il debito ». Crescita non partì e il debito non può continuare ad aumentare nei prossimi anni e a pesare ancora di più sui conti pubblici. Insostenibile nel lungo periodo. Disoccupazione ha raggiunto un livello record nel mese di ottobre al 13,2% della popolazione attiva (e 44% tra i giovani), l’economia sembra fermarsi. La testa del governo Matteo Renzi parla un sacco, fatto annunci, difende le riforme, ma per il momento poco cambiato in particolare e la Commissione europea ha cominciato a si rizzano i capelli.

L’elemento notevole è la totale indifferenza con cui i mercati hanno accolto la notizia. Il tasso di debito italiano 10 anni declino regolarmente durante l’anno 2014 e di poco inferiore al 2%. Niente panico accompagnato la degradazione di S & P. Per illustrare la bolla di legame che imperversa nel mondo, il caso dell’Italia è uno dei più rivelatore.

Lo scollamento tra prezzi di mercato e la realtà economica alti, chi oggi compra un sacco di italiani 10 anno che tesoro avrà presto un voto bene nella categoria speculativa-grado, in queste circostanze ad accettare un pagamento del 2% anno rappresenta anche solo un sacro assunzione di rischi, un’aberrazione. Ma gli investitori dicono che la Banca centrale interverrà per salvare la giornata. Azzardo morale è più grande: prendere rischi spericolati perché, comunque, la BCE farà il necessario per evitare il fallimento. È vero che il debito italiano è « too big to fail », come la Francia, Spagna, come dell’Europa più grandi banche e di conseguenza tutti questi attori sono eccellenti condizioni di finanziamento. Così alla fine tutto va bene, questo è il Dolce Vita!

Noi viviamo che qui piuttosto una sorta di allucinazione collettiva, l’autorità monetaria può fare tutto, basta vedere il male che essi danno alla Grecia, che continua ad affondare, una crisi del debito italiano ovviamente sarebbe di qualsiasi grandezza. Può l’Eurozona sopravvivere se il suo più grande debito pubblico è valutato come un patrimonio di marcio? Ecco la domanda da porsi e la risposta non è ovvia.

– Germania, campione d’Europa del debito prima dell’Italia

DEBITI ODIOSI GRECO AFRICA, ILLEGITTIMO. : Rottura & metamorfosi

http://www.Rupture-et-Metamorphose.org/…/l-odieuse-dette-Grecque-illegitime.html

Publicités

Laisser un commentaire

Entrez vos coordonnées ci-dessous ou cliquez sur une icône pour vous connecter:

Logo WordPress.com

Vous commentez à l'aide de votre compte WordPress.com. Déconnexion / Changer )

Image Twitter

Vous commentez à l'aide de votre compte Twitter. Déconnexion / Changer )

Photo Facebook

Vous commentez à l'aide de votre compte Facebook. Déconnexion / Changer )

Photo Google+

Vous commentez à l'aide de votre compte Google+. Déconnexion / Changer )

Connexion à %s